Al cinema
stampa

Al cinema - Lightyear

La saga del mondo dei giocattoli Toy Story

Tra tanti film adatti ad un pubblico più adulto, ve n'è qualcuno capace di divertire anche i giovanissimi e tutti coloro che hanno amato il ciclo di "Toy Story", con un indimenticabile Fabrizio Frizzi che dava la voce allo sceriffo Woody. In breve: la saga del mondo dei giocattoli, Toy Story, appunto, era iniziata nel 1995 con un bambino che ha tra i suoi preferiti quello dello sceriffo Woody, un cow boy vecchio stile, e sempre in questo episodio compare il personaggio di Buzz, un giocattolo alla guida di un'astronave convinto di essere un ranger dello spazio. Ebbene, ora è nelle sale "La vera storia di Buzz Lightyear": lo space ranger Buzz insieme all'ufficiale Alisha Hawthorne, esplorano un pianeta abitabile, Tikana Prime, ma ben presto si accorgono che il luogo è abitato da creature ostili. Nel tentativo di fuga Buzz danneggia l'astronave e il suo equipaggio rimane prigioniero su Tikana. Buzz intanto circumnaviga il pianeta, un viaggio per lui di 4 minuti, ma di quattro anni per chi rimane, come Alisha, su Tikana. Nei suoi tentativi di riportare tutti a casa, Buzz scoprirà di non essere infallibile come credeva. "Lightyear" è dunque un film d'animazione che sa mettere in campo molti temi e non solo quello di utilizzare un concetto cosi complesso come quello della relazione tra spazio e tempo, caro a molti film di fantascienza, ma soprattutto sull'accettazione di sé come creatura non perfetta, fallibile, bisognosa di aiuto. Insomma, se il grido di battaglia rimane "verso l'infinito e oltre!" Buzz comprende anche che non può andare molto lontano senza l'aiuto degli altri e che dovrà imparare a fare squadra. Una lezione di umiltà non da poco per il protagonista che si credeva invincibile, scoprendo anzi che nella sua eccessiva sicurezza ha finito col mettere in pericolo la sua gente e il suo equipaggio.
Tra scene decisamente fantascientifiche e ipertecnologiche, i rimandi alle saghe dello spazio da "Captain America" a "Star wars" a "I predatori dell'arca perduta" ci sono tutti. La narrazione a tratti vorticosa e la fotografia dai toni cupi non rende "Lightyear" un'opera adatta ai bimbi più piccoli, è comunque un film divertente e capace di suggerire temi importanti.

Fonte: Il Cittadino

Forse ti può interessare anche:

Al cinema - Lightyear
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento