Al cinema
stampa

Al cinema - Il ritratto del Duca

Regia di Roger Michell

Interpreti principali: Jim Broadbent, Helen Mirren. Origine Gran Bretagna; durata 96 minuti.
Inghilterra, 1961: alla National Gallery di Londra viene rubato "Il ritratto del Duca di Wellington" di Francisco Goya. A compiere il furto, a scopo di riscatto, è Kempton Bunton, un uomo di sessant'anni che con il furto intende fare giustizia nei confronti di pensionati e reduci di guerra. Roger Mitchell, regista di origine sudafricana, ma vissuto in Inghilterra, è morto nel settembre scorso. Aveva girato nel 1995 "Persuasione" tratto dal libro di Jane Austen, ma è diventato famoso soprattutto per la commedia "Notting Hill" nel 1999. Dopo una parentesi hollywoodiana con "Il mandolino del Capitano Corelli" e alcuni lavori che non sono apparsi alla stessa altezza dei precedenti, torna alla commedia inglese nel 2020 con "Il ritratto del Duca", presentato fuori concorso al Festival di Venezia nello stesso anno. In realtà Mitchell si era ispirato alla vera storia del furto, avvenuta proprio nel 1961 e, come una sorta di anniversario, nello stesso giorno in cui, anni prima, al Louvre era stata rubata "La gioconda".
Con una sceneggiatura davvero robusta e ricca di battute gustose, il film racconta una vicenda che ha a che fare con le ingiustizie sociali: lo stesso protagonista si sente come colui che deve fare qualcosa a favore della comunità e in particolar modo per le classi meno abbienti e per gli anziani. Kempton è un contestatore, per molti aspetti un irresponsabile, che si trova così sul banco degli imputati, ma animato dalla volontà di spingere il governo ad emanare leggi più giuste nei confronti di chi è più svantaggiato.
A reggere magistralmente il film vi sono i pluripremiati Jim Broadbent ed Helen Mirren, nella parte di Kempton e di Dorothy, il primo nei panni di un uomo dall'animo gentile, che vorrebbe salvare l'umanità e il proprio matrimonio, la seconda in quelli della moglie che vorrebbe tanto avere un marito più "normale".
Va detto che solo anni più tardi si seppe quanto fosse ben più complicata la storia del furto, ma Kempton divenne davvero una sorta di eroe nazionale per tutti coloro che aspiravano ad avere più giustizia in un periodo di gravi difficoltà economiche.
Un bel film dal vero humour inglese e che sa far riflettere.

Fonte: Il Cittadino

Forse ti può interessare anche:

Al cinema - Il ritratto del Duca
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento