Al cinema
stampa

Premi "Signis" al Festival di Venezia

A "Roma" di Cuaron il riconoscimento della critica cinematografica cattolica

Premi "Signis" al Festival di Venezia

La Mostra del Cinema di Venezia, giunta alla sua 75° edizione, si è conclusa, i premi sono stati assegnati e sappiamo che il vincitore è Alfonso Cuaron con il suo film “Roma”. Un film che ha messo d’accordo non solo la giuria ufficiale, ma ha avuto anche il riconoscimento del mondo cattolico rappresentato al Festival con il Premio Signis – Organizzazione cattolica internazionale del mondo delle Comunicazioni, una delle presenze più longeve all’interno dei festival internazionali del cinema e che quest’anno, al Lido, compie 70 anni. Il titolo “Roma” si riferisce al quartiere della Città del Messico dove è cresciuto il regista e l’opera stessa, dedicata alla “tata” di Cuaron, ha un carattere autobiografico. La menzione di “Signis” è la seguente: “Con uno stile allo

stesso tempo classico e innovativo e un uso sapiente del bianco e nero, il regista Cuarón costruisce un suggestivo e poetico racconto sul Messico degli anni Settanta. Se a livello generale,

l’opera coglie le fratture di una società che va incontro a profondi cambiamenti, dal punto di vista familiare delinea la forza del ruolo della donna, capace di reagire con coraggio e solidarietà alle continue difficoltà. Roma è una bellissima conferma sulle doti artistiche di Cuarón, regista dalla forte carica autoriale e dalla grande capacità divulgativa”. Il Leone d’oro e i premi collaterali risultano dunque pienamente meritati, ma non sono però mancate forti polemiche riguardo al film. Infatti, “Roma” è prodotto da Netfix che, come molti sanno, distribuisce i film da internet, dunque

non sembra giusto che un film nato non per essere visto al cinema, possa addirittura essere presentato ad una mostra cinematografica. Netfix ha dichiarato che il film sarà visibile da dicembre, ma si spera - per tutti coloro che non hanno un abbonamento e anche per correttezza verso la cultura e l’amore per la cinematografia - che “Roma” passi nelle sale cinematografiche.

Quest’anno il Signis è andato comunque a due opere e, oltre a “Roma”, è stato premiato “22 July” del britannico Paul Greengrass, un film che parla della strage avvenuta nel luglio del 2011 nell’isola della Norvegia, sulla quale erano convenuti decine di giovani. Nella motivazione si fa riferimento al fatto che nell’opera di Greengrass si trasmette alle nuove generazioni un “potente e

intenso messaggio di speranza” e il monito a non lasciarsi condizionare dalla violenza, bensì di trovare la via del dialogo.

Fonte: Il Cittadino
Premi "Signis" al Festival di Venezia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento