Genova città generosa - visita dell'Arcivescovo al Sindaco Doria

17/01/2017

Lunedì 16 gennaio il Cardinale Arcivescovo ha restituito la visita al sindaco Marco Doria a Palazzo Tursi; una mezz’oretta di dialogo, alla presenza anche di Giorgio Guerello, presidente del consiglio comunale.
Quali sono stati i temi al centro del loro incontro? A rispondere lo stesso Arcivescovo:
“Abbiamo parlato innanzitutto della grave situazione dei migranti che però trovano nella nostra città in tutte le sue istituzioni una risposta al meglio delle possibilità, in stretta collaborazione con la prefettura. Un’emergenza che purtroppo non sembra attenuarsi, ma che richiede un supplemento di impegno sia per il numero crescente sia per l’accoglienza dei bambini cui ha fatto riferimento con preoccupazione Papa Francesco. In questa stagione di freddo, inoltre, diventa tutto più tragico”.
“Tutte le volte che con sua Eminenza ho il piacere di incontrarmi - ha detto il sindaco Doria - parliamo dei problemi della città trovando una grande sintonia su due aspetti: non nascondiamo le grandi criticità che ci troviamo ad affrontare, ma siamo concordi nel sottolineare le potenzialità che la città ha e nel voler trasmettere un messaggio di fiducia. I problemi primari sono quelli delle persone più deboli che sono state ricordate dall’Arcivescovo, le situazioni di povertà e i migranti, l’emergenza freddo; ma anche i problemi di una città che in generale deve rilanciarsi e tornare a crescere per creare occupazione”.
In particolare sul tema dei migranti il sindaco ha richiamato a una responsabilità che deve essere avvertita in tutto il paese e ha invitato la città di Genova a un’accoglienza autentica:
“Il nostro paese nel canale di Sicilia salva persone dalla morte e dal naufragio; una volta sbarcate, è giusto che tutta l’Italia accolga queste persone che arrivano in un numero non enorme se distribuite correttamente su tutto il territorio nazionale.
Si devono trovare luoghi degni di accoglienza, che non devono mai essere vissuti come un disvalore per il quartiere che li ospita: sono come un ambulatorio, un servizio sociale, che non degrada il quartiere se gestiti bene”.
Infine, l’augurio del Cardinale Bagnasco a tutta la città che come pastore gli è stata affidata:
“Genova è una città operosa ma anche molto generosa, a dispetto della nomea che ha nell’immaginario collettivo; è una città solidale nonostante le difficoltà di questi anni e deve continuare a esserlo!”
 

Laura Ferrero

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
Add to calendar

Carrello

Non ci sono prodotti nel tuo carrello.

0 Articoli €0,00

Accedi o Registrati!

To prevent automated spam submissions leave this field empty.

Servizi e promozioni

20/09/2017 | XXV domenica del tempo ordinario
Mt 20, 1-16
24/09/2017